I NOSTRI PROFESSIONISTI

Floriana Panebianco (L'isola)

Floriana Panebianco

Psicologa e Psicoterapeuta iscritta all’Ordine Psicologi e Psicoterapeuti della Lombardia (n°03/7321).

2000 Laurea in Psicologia Sociale e dello Sviluppo c/o l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

2014 Specializzazione in “Psicoterapia psicoanalitica del bambino, dell’adolescente e della coppia genitoriale” c/o l’A.S.N.E.A. di Monza.

Socia de “La Grande Casa” dal 2000 sono membro dell’equipe specialistica del centro “L’isola che non c’era” di Sesto San Giovanni fin dalla sua nascita nel 2005.

Da sempre affascinata dalla psicologia clinica, ho capito fosse la mia strada durante il tirocinio nel reparto di NPI del San Gerardo di Monza dove ho scelto specializzarmi. 

Nel mio lavoro al centro mi dedico alla valutazione psicologica e psicodiagnostica di bambini e adolescenti, conduco percorsi di sostegno psicologico e psicoterapia di bambini e ragazzi e di sostegno genitoriale.

In passato mi sono occupata anche di prima infanzia conducendo gruppi di genitori e formando e supervisionando educatori e insegnanti che lavorano presso spazi per la prima infanzia, asili nido e scuole materne.

Per me il percorso di cura del singolo o della coppia richieda la capacità di avvicinare e curarne le relazioni interne, di avere cura delle dinamiche relazionali della persona e della rete di operatori e servizi che ha attorno.

Essere quel “luogo reale e simbolico”, sufficientemente stabile e resistente, necessario al bambino come all’adulto per sentire, dare significato e/o ricostruire quelle parti di Sé di cui ha bisogno.

E quando questo lavoro funziona

“Nessun luogo è lontano” 

Richard Bach

Michela De Micheli (L'isola)

Michela De Micheli

Laureata in Psicologia nel 2003 presso l’Università Cattolica di Milano, ho scelto un percorso formativo e professionale fondato sull’esperienza clinica ed osservativa con uno specifico interesse per l’età evolutiva, attraverso la specializzazione in Psicoterapia nel 2009 (SPP Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica dell’età evolutiva di Milano) e il Dottorato di ricerca in Psicologia nel 2010 (Università Cattolica di Milano).

Lavoro come consulente presso il Servizio di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (UONPIA) di Cologno Monzese e presso il Centro di Psicologia e Psicoterapia “Isola che non c’era” di Sesto San Giovanni.

Mi occupo, all’interno di equipe multiprofessionali, dei percorsi di valutazione, diagnosi e psicoterapia di bambini, adolescenti e famiglie.

Accolgo la domanda di cura di una famiglia con l’obiettivo di lavorare insieme nel dare significato ed espressione a ciò che crea sofferenza, attraverso modalità maggiormente in sintonia con i processi di crescita. All’interno di uno spazio di pensiero condiviso e non giudicante può maturare e trovare sostegno una maggiore cura dei legami familiari e un migliore sviluppo delle competenze del bambino e dell’adolescente. Nel mio lavoro presto particolare attenzione nel mantenere un ascolto empatico e ricettivo a quanto dell’esperienza emotiva comunicata è in attesa di essere accolto, vissuto e pensato.

Ho scelto di prendermi cura dell’età evolutiva a partire dalla consapevolezza che “l’essere capito per un bambino è tutt’uno con il sentimento di esistere” (D. Vallino).

Chiara Viscardi (L'isola)

Chiara Viscardi

Psicologa-Psicoterapeuta Referente di servizio per L’Isola che non c’era, centro di sostegno psicologico e psicoterapia.

Laurea triennale in psicologia presso l’Università degli studi Milano Bicocca, e specializzata nel 2012 in psicologia, laurea magistrale presso l’Università Guglielmo Marconi di Roma. Ho conseguito l’abilitazione alla professione di psicologa nel 2015 con iscrizione all’albo della regione Lombardia con n’ 18257. 

In questi anni ho potuto sperimentarmi in ambito educativo presso la cooperativa sociale La Grande Casa , scegliendo di diventare socia nel 2011. Lavoro questo, che mi ha permesso di formarmi come educatrice acquisendo competenze nel lavoro di psicologa e che mi ha portato successivamente a scegliere di intraprendere la formazione di psicoterapeuta dell’età evolutiva presso la Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica dell’età evolutiva di Milano.  

L’incontro tra lavoro educativo e psicologico con minori e famiglie mi ha permesso di comprendere nel profondo quella che è ad oggi la mia passione diventata professione, dove il benessere psichico del paziente bambino, adolescente e genitore è al centro.

Dal 2011 sono referente di servizio per il centro Isola che non c’era dove collaboro anche come psicologa di minori e famiglie. Il centro ha da sempre l’obiettivo di fornire accoglienza e sostegno psicologico con serietà e competenza, mettendo a disposizione il lavoro dell’equipè  multidisciplinare ricca di figure professionali che collaborano con il centro, affinchè possa essere luogo di cura e trasformazione al fine di promuovere il benessere.

“Si può paragonare la vita a un tessuto ricamato, di cui ognuno può vedere il lato esterno nella prima metà della sua esistenza, e il rovescio nella seconda: quest’ultimo non è così bello, ma più istruttivo, poiché lascia riconoscere la connessione dei fili.”
Irvin D.Yalom

Elena Sinigaglia (L'isola; Seconda stella)

Elena Sinigaglia

2004 Laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)

2007 Laurea specialistica in Psicologia Clinica: Salute, Relazioni Familiari e Interventi di Comunità ( Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)

2008 Borsa di Studio presso l’Australian Catholic University, Sydney, Australia

2010 Iscrizione all’Albo Professionale dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia, sezione A

2011 Master Experience: diagnosi e trattamento dei disturbi specifici di apprendimento, CENAF, Milano

2012 Psicoterapeuta in formazione ( Libera Scuola di Terapia Analitica, Milano)

Amante dei viaggi e curiosa verso esperienze che aprono al nuovo, subito dopo la laurea in Psicologia ho ottenuto una borsa di studio in Australia nell’ambito della formazione di volontari impegnati in progetti educativi per ragazzi.

Rientrata a Milano, nel corso del tirocinio per l’abilitazione alla professione, mi sono appassionata ai contesti di vita maggiormente significativi per il benessere dei bambini e degli adolescenti: la famiglia e la scuola. 

Collaboro con la Cooperativa la Grande Casa, di cui sono socia, dal 2009. 

Nel tempo, ho lavorato in diversi servizi della Cooperativa occupandomi di relazione genitori-figli in situazioni di conflittualità o pregiudizio genitoriale e di adolescenti in situazione di fragilità familiare e sociale.

Ho collaborato con diverse scuole del territorio alla realizzazione di incontri tematici per gruppi classe e in sportelli di consulenza psicopedagogica per alunni, insegnanti e genitori.

Dal 2012 lavoro prevalentemente in ambito clinico. Nel servizio Seconda Stella mi occupo di consulenza e diagnosi nell’ambito delle difficoltà di apprendimento, con un approccio sempre attento alla delicata ed imprescindibile integrazione tra la sfera cognitiva e quella emotiva.

Presso il Centro Isola che non c’era mi occupo di sostegno psicologico e psicoterapia a favore di bambini, adolescenti ed adulti. 

Credo che il nucleo del lavoro psicologico, e la sua efficacia, risieda nel dar significato a ciò che ci accade, nel riuscire a poco a poco a leggere sintomi e avvenimenti faticosi come un invito a fermarci e a cercare un nuovo equilibrio, spesso lasciando emergere parti di noi che per tanti motivi son rimaste più piccole e fragili e che chiedono di essere ascoltate e integrate.

 “Rendi cosciente l’inconscio, altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino”

(C.G.Jung)

BRUNA MOLTENI (L'isola; Seconda stella)

1977 Laurea in Medicina e Chirurgia, Università di Pavia

1981 Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile  conseguita presso l’Università di Pavia

1984 Specializzazione in Terapia Fisica e Riabilitazione conseguita presso l’Università di Milano

Dal 1980 al 1985, conclusa la Specializzazione in Neuropsichiatria, ho lavorato presso L’Istituto Scientifico “La Nostra Famiglia” di Ponte Lambro (Como) .

Dal 1985 ho lavorato presso l’Istituto Neurologico “C.Besta”  di Milano come Dirigente Medico e come Ricercatrice, con particolare interesse verso la valutazione e il trattamento del linguaggio in età evolutiva.

Dal 2004 al 2017 ho lavorato come Responsabile della Sezione per i Disturbi del Linguaggio e dell’Apprendimento dell’Unità Operativa di Neurologia dello Sviluppo, centro di riferimento regionale per i disturbi del linguaggio e delle paralisi cerebrali infantili.

 

Nel tempo, ho pubblicato diversi articoli su riviste di settore italiane e straniere, partecipato come formatrice e docente a numerosi corsi di formazione sulle tematiche dei disordini di sviluppo, della valutazione e del trattamento dei disturbi del linguaggio e dell’apprendimento.

In pensione ma ancora desiderosa di lavorare, ad oggi visito presso il mio studio privato di Cinisello e faccio parte dell’equipe multidisciplinare del Centro Levante dove mi occupo di valutazioni del linguaggio e degli apprendimenti ( Seconda Stella)  e più in generale di tutte quelle situazioni che, a partire dalla problematiche più diverse, richiedano un inquadramento del benessere psicofisico del bambino e dell’adolescente (Isola che non c’era).

A partire da un’attenta raccolta dei dati clinici e della storia familiare e, successivamente, attraverso la conoscenza diretta del bambino o del ragazzo, cerco di accompagnare le famiglie verso una migliore comprensione della situazione e orientarle  verso gli interventi riabilitativi o di potenziamento più indicati ed efficaci per la situazione stessa, presso Levante o indirizzando verso altre strutture specialistiche del territorio.

Chiara Guffanti (Seconda stella)

Chiara Guffanti

2010 Laurea specialistica in Psicologia Clinica e Neuropsicologia, indirizzo Psicologia dello Sviluppo presso l’Università degli studi di Milano – Bicocca

2011 Iscrizione n. 03/14312 all’albo degli Psicologi della Lombardia

2015 Corso di alta formazione per la diagnosi dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento

2017 Specializzazione quadriennale in Psicoterapia sistemico-relazionale, integrata con la teoria dell’attaccamento

Appassionata di dinamiche familiari e di relazione genitori-figli, anche e soprattutto in situazioni difficili nelle quali le storie di vita vengono messe alla prova, ho maturato le prime esperienze lavorative come psicologa negli ambiti della violenza di genere e dell’affidamento familiare. 

Attualmente, come psicoterapeuta, svolgo attività clinica rivolta a bambini, adolescenti, adulti e famiglie; mi occupo di sostegno alla genitorialità e alle difficoltà di attaccamento.

Su un altro versante del mio percorso esperienziale e formativo, sempre a contatto con storie di vita e di famiglie, dopo circa otto anni di collaborazione con il Servizio di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Abbiategrasso, svolgo valutazione clinica degli apprendimenti presso due equipe autorizzate da ATS Milano per fare diagnosi di Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

Ho conosciuto la Cooperativa La Grande Casa nel 2014. Grazie a questo incontro ho assunto incarichi attraverso i quali posso coltivare e promuovere valori quali l’inclusione e la valorizzazione delle risorse personali, per costruire insieme a ragazzi e famiglie nuove possibilità.

All’interno del Centro “Levante”, nello specifico a partire della nascita del Servizio “Seconda Stella”, mi occupo di valutazione clinica degli apprendimenti e di accompagnamento e supervisione ai percorsi di tutoring educativi.

“È la sensazione che qualcuno si stia prendendo cura di noi che porta all’apertura, all’incontro, quella sensazione che molti di noi hanno avuto la fortuna di sperimentare nell’infanzia e che da adulti comporta rispetto, responsabilità, stupore che apre alle possibilità”. 

Dal saggio “LA CURA” di FEDERICA CAIROLI

Serena Locati (Seconda stella)

Serena Locati

2012 Laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)

2014 Laurea Specialistica in Psicologia dello Sviluppo e della Comunicazione (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)

2016 Master Experience: diagnosi e trattamento dei disturbi specifici dell’apprendimento (Spazio Iris, Milano)

2017 Iscrizione alla sezione A dell’Albo professionale dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia (C.so Buenos Aires 75, Milano)

2018 Psicoterapeuta in formazione (Scuola di psicoterapia Psicoanalitica dell’età evolutiva, Milano)

 

Socia della “La Grande Casa” dal 2016 sono membro dell’équipe DSA accreditata alla prima certificazione (Ats Milano Nord). 

Il mio personale interesse per i processi mentali, gli stati emotivi correlati e le relazioni umane mi ha portato a specializzarmi in psicologia e psicoterapia, lavorando nello specifico con bambini ed adolescenti.

Il mio percorso di formazione ha inoltre sviluppato in me un forte interesse nell’area dell’apprendimento e della scuola. Mi imbattei nella dislessia ai tempi dell’università, aiutando una ragazzina nello studio. Un mondo a me sconosciuto che attirò da subito la mia attenzione. Da qui la decisione di specializzarmi nella diagnosi di tali disturbi specifici, ma soprattutto nel promuovere metodologie e percorsi riabilitativi che potessero aiutare i ragazzi e le loro famiglie a vivere serenamente tale fatica, promuovendo il successo scolastico e l’autostima. Negli ultimi anni il nostro servizio specialistico “Seconda Stella” si è posto l’obiettivo di promuovere un intervento globale, che sostenga le famiglie e i bambini/ragazzi sia nella fase testistica di valutazione sia nella fase successiva, attraverso percorsi individualizzati.

La ricchezza del nostro lavoro credo risieda nella possibilità di accogliere ciascun individuo, avvicinarsi e comprenderne l’individualità, fornendo un luogo sicuro, di cura e accoglienza, volto ad accompagnarli nel cammino verso il proprio benessere personale.

“ L’infanzia è il suolo sul quale andremo a camminare per tutta la vita”

SILVIA ROMEO (Seconda stella; Reef)

Silvia Romeo

2012 Laurea Triennale in Scienze dell’Educazione presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

2014 Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

2014 Forma Campus DSA: laboratorio di formazione attiva e tecnologica nell’ambito dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento, con formazione specifica su software Anastasis

2015 Master post laurea “Il disturbo dello spettro autistico” presso l’Università di Modena e Reggio Emilia

2018 Corso “Esperto nei processi di apprendimento. Facilitare l’apprendimento a scuola e a casa”, Centro Studi Erickson

2018 Life Skills Training Program, ATS Città Metropolitana di Milano

 

Mi occupo di consulenza pedagogica e tutoring educativi per bambini, ragazzi e famiglie. Svolgo il mio lavoro quotidiano con uno sguardo attento alle relazioni e all’unicità della persona, accompagnandola nel costruire percorsi di cambiamento personalizzati in cui ognuno possa sentirsi protagonista attivo, valorizzando e riconoscendo le proprie risorse e capacità.

Gli anni di lavoro con ragazzi con disabilità e non e le loro famiglie all’interno delle scuole hanno reso ai miei occhi ancor più evidente come, nel processo educativo e formativo, non possa esistere una soluzione predefinita ma soltanto risposte efficaci, “tagliate su misura” e sempre diverse, alle quali si giunge guardando e guardandosi anche attraverso gli occhi degli altri, assumendo come vero ogni punto di vista.  

All’interno del mio lavoro pedagogico credo fermamente nell’importanza di trovare, in alcune fasi della propria vita, contesti di accoglienza e di ascolto, luoghi dove poter portare se stessi in tutta la propria unicità. 

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuovi territori, ma nel possedere altri occhi, vedere l’universo attraverso gli occhi di un altro, di centinaia d’altri: di scoprire il centinaio di universi che ciascuno di loro osserva, che ciascuno di loro è”

 M. PROUST

Emanuela Gigliotti (Seconda stella)

emanuela gigliotti

2002 Diploma di laurea in Logopedia” presso l’Università degli Studi di Milano  

2008 Laurea in logopedia presso l’università degli studi di Genova (Progetto Formativo Speciale riservati ai diplomati delle professioni sanitarie per il conseguimento delle corrispondenti lauree) 

 

Da sempre ho volto un certo interesse nelle attività sanitarie, forse un po’ con l’idea di voler essere di aiuto o di fare qualcosa che avesse si, finalità strumentali, ma anche di carattere umano. Così, quando terminai le scuole superiori, pensai all’università, pur non sapendo di preciso quale facoltà di medicina scegliere. Scoprii la logopedia leggendo di questa professione su un breve articolo di un quotidiano….non sapevo esattamente di cosa si trattasse perché all’epoca era un’attività poco conosciuta, ma fu poi la mia scelta. Ho maturato la mia esperienza come logopedista a partite dal 2002, in un centro riabilitativo con pazienti adulti affetti da patologie neurologiche, occupandomi della valutazione e della presa in carico logopedica, collaborando con fisioterapisti e medici. Questo percorso formativo costituito da attività terapeutiche quotidiane, mi ha fatto capire quanto la logopedia fosse un legame tra educazione, insegnamento e relazione con la persona che chiede di noi e ci aspetta, in alcuni casi solo per essere capita con lo sguardo, perché la parola, non c’è. Sapevo che questa esperienza sarebbe terminata poiché avrei voluto approfondire le mie competenze in ambito neuropscologico infantile ( formazione dalla quale provengo ), occupandomi di pazienti in età evolutiva. Dal 2009 mi occupo di valutazioni logopediche del linguaggio e degli apprendimenti scolastici, come consulente a progetto presso la Neuropischiatria Infantile, con particolare interesse nei migranti e nelle disabilità complesse. Dal 2007 collaboro anche con vari studi privati, attualmente autorizzati dalla ASL ad effettuare attività di prima certificazione diagnostica valida ai fini scolastici. In ogni percorso logopedico cerco di rapportarmi con i miei pazienti e le loro famiglie, con individualità e unicità, pur trovando talvolta tra loro aspetti comuni e condivisibili; In ogni percorso logopedico cerco di non perdere di vista l’obiettivo primario per cui la persona giunge a me, senza trascurare l’importanza delle sue aspettative, speranze, fragilità, punti di forza e timori.

La comunicazione avviene quando, oltre al messaggio, passa un supplemento d’anima (Henri Bergson, Filosofo francese)

Se non parlo, tu comunque ascoltami (Cit.)

Flavia Bernardi (Reef)

Flavia Bernardi

Laurea triennale in “Scienze dell’educazione” presso l’Università degli studi di Bergamo

Laurea magistrale in “Consulenza Pedagogica e ricerca educativa” presso l’Università degli studi di Milano-Bicocca

Corso di perfezionamento “Psicologia clinica perinatale” presso l’Università statale di Brescia

Iscritta alla scuola MIPA-Movimento Internazionale Parto Attivo- formazione Educatrice perinatale

Da quando ho deciso di intraprendere il percorso per diventare educatrice, la mia attenzione si è da subito concentrata sull’ambito della femminilità, portandomi a lavorare con donne vittime di situazioni di maltrattamento e/o disagio economico-sociale. 

Conoscendo e ascoltando le loro storie ho trovato in molti dei loro racconti esperienze di solitudine legate al momento della gravidanza e alla particolare fragilità che questa può comportare. 

Per questo ho iniziato a pormi domande, approfondendo l’argomento della gravidanza nei tempi moderni, concentrandomi sui genitori di oggi. 

Da pedagogista ho studiato e rafforzato degli strumenti che possono accogliere e sostenere mamme e papà che si trovano a vivere questo momento così straordinario e delicato allo stesso tempo.

“I beni più preziosi non devono essere cercati ma attesi”

S. Weil

Elisa Salvadori (Reef)

FOTO ELISA SALVADORI

2004 Laurea in Scienze dell’Educazione, indirizzo educatore interculturale (classe XVIII, ad oggi L19) presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca

2007 Laurea Specialistica in Progettazione Pedagogica e Interventi Socio-Educativi (classe 56/S Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi- equipollenza LM 50), presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano

2009 Master di I livello in Formazione Interculturale, competenze per l’integrazione e l’inclusione sociale, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano

2019 Corso di alta formazione in SUPERVISIONE PEDAGOGICA: culture educative e sguardi estetici, competenze complesse. Formazione permanente- Centro Ricerca sulle relazioni interculturali- Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano.

 

Fin da piccola ho scoperto la bellezza di entrare in relazione e incontrare l’altro, di cui io sono il suo altro. Questo mi ha portato a scegliere l’indirizzo interculturale fin dalla laurea triennale, a completare la mia formazione con il master in formazione interculturale, e a collaborare con il Centro di ricerca sulle Relazioni Interculturali dell’Università Cattolica.

Appassionata di libri e di parole, ho scoperto la magia di conoscere mondi nuovi attraverso la lettura, per questo ho integrato, ed integro, la mia formazione universitaria con corsi e percorsi differenti, seguendo l’idea che ciò che è diverso può illuminare e arricchire prospettive e approcci di riferimento già consolidati. 

Amante della montagna e dei sentieri impervi, fatico a scegliere le strade dritte e (pre)definite.

Per questo, come consulente pedagogica, mi piace andare alla ricerca di nuove prospettive e punti di vista, seguendo tragitti non sempre distinti ma senz’altro d’istinto, esplorando insieme le infinite possibilità dei percorsi personali, errori compresi, e valorizzando le competenze trasformative di ciascun individuo.

Mi piace pensare che se qualcosa viene definito ‘problema’ allora contiene al suo interno una soluzione, come la matematica ci insegna, o una proposta, come la sua etimologia suggerisce, altrimenti gli avremmo dato un altro nome.

“Quando pensi di avere tutte le risposte, la vita ti cambia le domande”

Charlie Brown

Simona D’Alò (Reef)

IMG_6811

1998 laurea in Scienze dell’educazione Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

2004 diploma biennale in scrittura autobiografica e biografica Libera Università dell’Autobiografia, Anghiari

 

Socia della cooperativa sociale “La Grande Casa” dal 2005 mi sono sempre occupata di progettazione e coordinamento di servizi educativi rivolti a famiglie in contesti di tutela. In questo ambito ha preso forma l’idea che oggi mi accompagna: poter mettere in parola i propri sentimenti, le emozioni, le ansie, le preoccupazioni, permette a ciascuno di ri-narrare la propria vicenda sempre in divenire e opportunamente instabile. Nel mio percorso professionale ho ascoltato e ascolto infinite e inimmaginabili storie di vita e di equilibrismi del vivere. Queste storie hanno cambiato il mio modo di pensare e guardare il mondo delle relazioni, imparando a maturare uno sguardo diverso, aperto e curioso, spesso ironico. Le storie di vita, anche le più dolorose e “tribolate”, svelano ogni volta forze inattese, spazi di possibilità e risorse; il lavoro pedagogico che propongo cerca di far emergere e “incorniciare” questi spazi, per accompagnare a differenti e inattesi significati delle e nelle proprie narrazioni. Attualmente lavoro presso alcuni centri antiviolenza della Regione Lombardia dove incontro donne che cercano di prendersi cura delle loro ferite e dar voce ai loro desideri e sogni, nel tentativo di tornare a vivere libere dalla violenza; inoltre mi occupo di consulenza pedagogica con genitori e famiglie presso uno spazio di ascolto promosso dalla Fondazione We World.

“Dove c’è molta ombra, c’è molta luce” 

Goethe

Giulia Schiavone (Reef)

FOTO GIULIA SCHIAVONE

2008 Laurea triennale in Scienze dell’Educazione (Università degli Studi di Milano-Bicocca);

2011 Laurea specialistica in Consulenza Pedagogica e Ricerca Educativa (Università degli Studi di Milano-Bicocca);

2019 Dottorato di ricerca in Scienze della Formazione e della Comunicazione (Università degli Studi di Milano-Bicocca).

Sin dalla laurea in Scienze dell’Educazione prima e in Consulenza Pedagogica poi, ho sempre cercato di coniugare la mia passione per le arti performative (teatro, danza, circo) e il gioco, con l’educazione e la formazione dell’uomo. In questa direzione, nel 2007, ho iniziato una formazione per operatori di circo ludico-educativo, grazie alla quale ho avuto modo di sperimentarmi in differenti contesti. 

La sinergia tra dimensione artistico-corporea e processi formativi mi ha portata, nel 2019, a conseguire un dottorato di ricerca in Scienze della Formazione e della Comunicazione, concentrandomi sullo studio del training del funambolo per una riflessione sulla postura – fisica, emotiva e mentale – di chi professionalmente attraversa i luoghi della relazione e della cura. 

Dal 2011 seguo, come cultrice, gli Insegnamenti di Pedagogia del Gioco e Teorie e Metodologie della Formazione Permanente (Milano-Bicocca), progettando laboratori a mediazione psicocorporea, rivolti sia a futuri educatori sia a chi già opera nel settore, parallelamente ad attività di documentazione e supervisione pedagogica.

Nell’attività di consulenza pedagogica, con una metodologia sensibile a generare domande piuttosto che fornire ricette, il mio sguardo pone particolare attenzione alla dimensione corporea, promuovendo interventi di supporto pedagogico, orientamento scolastico e valorizzazione delle competenze, rivolti a studenti, genitori e docenti.

“Sapere che c’è sempre una nuova fioritura”

Etty Hillesum. Il bene quotidiano

Noemi Michilini (Reef)

michilini

2002 Laurea in Scienze dell’educazione, Università Cattolica del Sacro Cuore

2016 Esperto nei processi di apprendimento. Facilitare l’apprendimento a scuola e a casa, Centro Studi Erickson

2019 Corso di alta formazione “Supervisione pedagogica: culture educative, sguardi estetici, competenze complesse”, Università Cattolica del Sacro Cuore

Ho maturato la mia esperienza come educatrice e pedagogista in servizi rivolti a bambini, a ragazzi e a famiglie che vivono situazioni di difficoltà in collaborazione con la scuola e il territorio. 

Mi occupo di educazione, consulenza e supervisione pedagogica e collaboro con la facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore come tutor di tirocinio orientando e accompagnando ogni studente nel proprio percorso. 

Nel lavoro pedagogico con bambini, ragazzi e famiglie, la mia attenzione è rivolta alla valorizzazione delle risorse e dei  punti di forza di ciascuno e tesa a sviluppare resilienza. Ogni percorso è personale e unico come lo sono i bisogni individuali e il contestro in cui ognuno vive. Prendersi cura della propria specificità e degli aspetti emotivi, soprattutto nei momenti di fragilità, permette di consolidare la consapevolezza di sè avendo come obiettivo il benessere della persona in costante crescita e scoperta.

“Ciascuno cresce solo se sognato”

D.Dolci, sociologo ed educatore

Silvia Roveda (Comete)

Silvia Roveda 1

Laurea in Scienze dell’Educazione, Università degli Studi di Milano-Bicocca

Master in Mediazione Familiare, iscritta all’associazione di categoria A.i.Me.f n. 1865/2017

Corsi specifici sul supporto alla co-genitorialità (co-parenting support) e alla tutela del diritto di visita e del legame familiare 

Operatore abilitato all’utilizzo del metodo della Coordinazione Genitoriale, iscritta all’associazione di categoria Aicoge

Educatrice, mediatrice familiare e coordinatrice genitoriale con esperienza nei servizi rivolti al sostegno alla co-genitorialità e alla tutela del diritto di visita e del legame familiare.

Scelgo di specializzarmi nel co-parenting support e, mediante la mediazione familiare, la mediazione dei conflitti ed il coordinamento genitoriale, accompagno genitori e bambini a ricreare e mantenere relazioni familiari a seguito di una separazione. 

Nel Servizio di Mediazione Familiare e Coordinamento Genitoriale lavoro con le famiglie al fine di scoprire una nuova unità familiare attraverso la ricerca di un nuovo senso ed una nuova identità dopo l’evento della separazione e/o del divorzio. 

Attualmente sono operatore dell’equipe del Servizio per la Tutela del diritto di visita e del legame familiare In3C, gestito dalla Cooperativa Sociale La Grande Casa di Sesto San Giovanni, e rivolgo il mio intervento alle famiglie che attraversano dei momenti di conflitto, difficoltà e crisi.

Considero il lavoro con le famiglie e le loro storie un gran privilegio: sono tutte storie belle che non vogliono giudizi ed interpretazioni ma solo avere la possibilità di essere ascoltate e rinarrate

“La nostra indipendenza avrà maggior successo se riusciamo a creare una certa forma di alleanza con coloro da cui ci separiamo – perché non è per niente necessario che l’altro abbia torto perché io possa avere ragione.”

Mony Elkaim, neuropsichiatra e psicoterapeuta

Gabriele Travagin (Comete)

Foto Travagin

2018 Allievo della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Costruttivista NOUS, Milano.

2015 Master biennale in Mediazione familiare e comunitaria, Università Cattolica di Milano; iscritto alla Società Italiana di Mediatori Familiari (S.I.Me.F.) come Socio in Formazione.

2012 Dottorato di Ricerca in Psicologia clinica, Università Cattolica di Milano. 

2007 Laurea Magistrale in Psicologia clinica, Università Cattolica di Milano.

Iscritto alla sezione A dell’Albo professionale dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia, N°20038.

Ho una formazione come psicologo clinico, dottore di ricerca in psicologia clinica e mediatore familiare. Attualmente sono iscritto alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Costruttivista “NOUS” di Milano. Dopo la mia esperienza di dottorato presso l’Università Cattolica di Milano, ho iniziato a lavorare per la cooperativa La Grande Casa di Sesto San Giovanni. Per la cooperativa esercito come mediatore familiare e psicologo nel Servizio di Mediazione Familiare e Coordinamento Genitoriale, e sono coordinatore di diversi servizi a sostegno della genitorialità e della relazione educativa in collaborazione con i Servizi Sociali nei territori di Lissone e Macherio. Il mio approccio di lavoro nei vari ruoli ricoperti si ispira alla comune necessità di sintonizzarmi con l’immediatezza dell’esperienza delle persone, unica e irripetibile. Cerco di costruire con loro un significato condiviso e dinamico valorizzando le loro risorse, i differenti punti di vista presenti ed esplorando insieme nuove possibilità. Con le famiglie che incontro ritengo prioritario stabilire un legame di fiducia e collaborazione in cui ciascuno sia protagonista responsabile della propria storia. Gli atteggiamenti che più coltivo sono la curiosità, l’attenzione a ciò che l’altro intende comunicarmi e l’umiltà nell’accogliere i percorsi di ciascuno. Il mio prendermi cura dei legami familiari nei diversi servizi in cui opero mira a trasformare la distanza tra le persone da esperienza dolorosa e impensabile a opportunità di crescita. Cerco di facilitare nei membri della famiglia la capacità di guardare sé stessi e gli altri nella propria interezza, accettando la diversità che l’altro pone dinnanzi. Questa è la premessa affinché il legame possa essere generativo.

“…esistono distanze infinite anche tra gli esseri umani più vicini, compresi i nostri stessi figli. Se veramente comprendiamo e accettiamo questo, per quanto terribile possa sembrare, forse possiamo scegliere di sperimentare nella sua pienezza «il meraviglioso vivere fianco a fianco» che può crescere se usiamo e amiamo quella distanza che ci permette di vedere «l’altro tutto intero contro il cielo»” 

Jon Kabat-Zinn